Tag: gonna su misura

Gonnelline in jersey con accessori coordinati …e buone vacanze!

Jersey skirts with matching accessories

Gabbiani

Avevo da tempo desiderio di un paio di gonnelline estive in maglina da portare tutti i giorni, semplici e comode. Così, qualche settimana fa mi sono decisa a vincere la pigrizia e la paura dei tessuti elastici: ho tirato fuori dall’armadio una gonna stretch che mi ha regalato la mamma e ne ho ricavato un cartamodello. Forbici e taglia e cuci alla mano, uno scampolo di jersey e qualche prova e sono qui a mostrarvi il risultato del mio lavoro. Con gli avanzi di tessuto ho realizzato gli accessori coordinati: collana e fascia per capelli.

Punto Dritto ora prende una pausa estiva, ci rivediamo verso la metà di Agosto. Auguro a tutti buone vacanze e giorni sereni, ovunque sarete. A presto!

 A while ago I finally decided to try to overcome my fear of sewing with knit fabric (and my laziness). It took some trials and adjustments, especially with the settings of the overlock machine, but eventually I managed to put together a couple of stretch summer skirts. As a model I used an already existing skirt that fits me nicely. I am quite happy with how they turned out… and they are really comfy! With the small fabric left overs I made matching accessories: a necklace and a headband. 

Punto Dritto now takes a summer break and will be back around the half of August. I wish you happy holidays, see you soon!

Dune-piante

gonna-jersey-e-collana

Spiaggia-conchiglie

Dune-mare-gabbiani

gonna-jersey-e-fascia-per-capelli

Dune-fiori

gonna-jersey-e-collana-2

Spiaggia-ombre

gonna-jersey-con-leggins

Dune-spighe

Spiaggia

Ice skating e gonnellina con cuore applicato

Ice-skating-3Quando da ragazzina andavo a lezione di pattinaggio al Palazzo del Ghiaccio di Milano, non immaginavo certo che da adulta avrei abitato in un paese in cui il pattinaggio su ghiaccio è una passione nazionale. Qui in Olanda quasi tutti imparano da bambini e andare a pattinare d’inverno è un divertimento condiviso da persone di tutte le età. Quando arriva il freddo, sale la febbre del ghiaccio e io faccio parte dei contagiati!

Ice-skating

Si attende il gelo con trepidazione, nella speranza che formi un bello strato spesso di ghiaccio naturale. Pattinare su un lago oppure sui canali, immersi nel paesaggio, tra campi, ponticelli e mulini a vento, è un’esperienza unica della quale ho ricordi bellissimi. Purtroppo non capita sempre e anche quest’anno, per ora, la temperatura non è scesa abbastanza. Ci consoliamo con le piste al coperto.

Approfittando dello scenario, ho fatto qualche foto alla gonna di lana a quadretti bianchi e neri che mi sono confezionata l’anno scorso a fine inverno. Finalmente posso indossarla e, tra l’altro, si intona benissimo agli stivaletti bianchi dei miei pattini.

Ice-skating-2

gonna-con-applicazione-cuore

L’applicazione a forma di cuore fa anche un po’ San Valentino!

Il modello è quello della gonna base semplice, classica, con pinces davanti e dietro. Unica variante uno spacchetto laterale che consente di muoversi liberamente (ecco perchè posso persino andarci a pattinare, sebbene fossi l’unica in gonnella sulla pista!). La cosa difficile qui è stata far combaciare i quadretti: ho dovuto imbastire molto bene. E sono stata anche aiutata un po’, da una mano amica ed esperta (grazie!)

gonna-con-spacco- e-applicazione-cuoregonna-con-spacco- e-applicazione-cuore-2

Che ci crediate o no, i pattini sono gli stessi che la mamma mi aveva comprato allora, giusto un filo stretti! Si vede ancora l’adesivo con il cavallino alato con cui li avevo personalizzati…

Ice-skating-4Anche oggi, quando sfreccio (si fa per dire) sul ghiaccio mi sento felice e libera come quando avevo tredici anni. E lo stesso quando taglio e cucio.

Buon inizio di settimana e alla prossima!

 

 

 

 

Gonna con (ben!) tre sfondi piega.

A skirt with three inverted pleats! For English scroll down. La mia ultima fatica nel campo sartoriale: una gonna sopra il ginocchio in velluto di cotone stampato a costine. Con tre, dico: TRE! sfondi piega. Progetto internazionale poiché tagliata a Milano, durante la mia ultima visita nella città natale, e cucita in Olanda, mi rende particolarmente fiera e voglio mostrarla qui: gonna vellutino a fiori con sfondi piegaLa stoffa bastava appena per la lunghezza finita della gonna, quindi non ho messo il cinturino: la vita è rinforzata all’interno da un caneté in tinta, che chiude sul fianco con gancetti. L’orlo ,invece, è finito con con la taglia e cuci e abbellito da un giro di passamaneria decorativa. La cerniera, sul fianco sinistro, è cucita a mano. Niente fodera, questa volta: non ho avuto il tempo di andare a comprarla e volevo, come al solito, partire in quarta con la realizzazione! Con questo tipo di tessuto e di costruzione però, secondo me, la fodera ci vuole. Ieri l’ho indossata per la prima volta e ho constatato che ne migliorerebbe di molto la vestibilità. Aiuterebbe a mantenerne la linea anche mentre cammino o mi siedo, evitando l”arrampicamento” del tessuto sulle gambe a causa dell’attrito con le calze. Inoltre, volendo essere perfezionisti e pignoli, andrebbe a coprire la lavorazione degli sfondi piega, dando al capo un effetto più “finito”. La prossima volta non la ometterò! Per rimediare, indosserò la mia gonna a fiorellini con la sottogonna, come si usava una volta (infatti l’ho ereditata dalla nonna). Un doveroso ringraziamento per la riuscita di questo progetto va alla mia cara, preziosissima, amica di Milano, che non ha un blog e nemmeno va su internet ma è un’artigiana e creatrice di prim’ordine e mi sostiene nel mio desiderio di apprendere e approfondire l’arte meravigliosa della costruzione di abiti su misura. Senza di lei, che mi ha aiutata a disegnare il modello direttamente sulla stoffa, gli sfondi piega sarebbero stati un rompicapo troppo difficile. Grazie, cara. Con la confezione invece me la sono cavata da sola. mollettina rosa close-upmollettina rossa close-upCon i (piccolissimi) ritagli di tessuto rimasti mi sono fatta due fermacapelli coordinati. Prossimamente vi mostrerò come. Ciao!         This article is about the last skirt I have tailor-made for myself..I am very proud of it! It was an international project: a good friend of mine helped me to cut the model, during my last visit in my hometown: Milano. We had no paper-pattern: my measurements have been used to draw the lines of the skirt directly onto the fabric. Without her help, the inverted pleats would have been too difficult for me to figure out, so…thanks dear! I could manage the sewing by myself, back in Holland. I have skipped the lining this time, but I won’t do it again: with this type of fabric (a cotton corduroy) and model I think it is really needed. With very small fabric scraps I have made a pair of hair pins that complement the skirt! I’ll probably show you how I made them, sometimes soon. See you!