Wristband pincushion

puntaspilli da polso

L’idea mi è venuta un giorno in cui ero particolarmente esasperata da quel fenomeno che chiunque faccia lavori di cucito immagino conosca: io e il mio tessuto da puntare da una parte e il puntaspilli, per ragioni sconosciute, da tutt’altra! Non vi capita? Allora siete persone molto ordinate. Potete snobbare questo articolo e passare ad altro. Se siete come me, invece, forse questo buffo progetto fa per voi: un braccialetto con puntaspilli incorporato!

Se l’idea vi sembra buona, ecco il materiale occorrente per farlo come l’ho fatto io:

Puntaspilli-occorrente
un tappo di plastica o altro materiale (il mio era di alluminio, tipo quelli delle bottiglie di vino); un ritaglio circolare di stoffa o feltro di diametro superiore a quello dell’apertura del tappo (il mio tappo era 3 cm, il feltro 8 cm); una striscia di tessuto alta circa 10 cm e lunga quanto la circonferenza del vostro polso + 5-6 cm; tre pezzetti di velcro (io ho usato dei cerchietti di velcro adesivo che avevo già in casa; va benissimo, anzi secondo me meglio, quello da cucire); un po’di materiale da imbottitura; colla; ago e filo.

Ed ecco come procedere:

Puntaspilli-step6

con l’aiuto del ferro da stiro ripiegare verso l’interno i lati corti della striscia di tessuto prescelta per il braccialetto; ripetere l’operazione con i lati lunghi.

puntaspilli-step7

Ripiegare in due in modo da formare una fascetta e stirare bene.

puntaspilli-step8

Cucire lungo i margini.

 

Ora potrete spostarvi  e andare dove vorrete con il vostro lavoro: gli spilli vi seguiranno! E, grazie alla base rigida del vostro tappo riciclato, eviterete di puntarveli nella pelle quando li re-infilzerete con decisione sul cuscinetto!

P.S: il mini puntaspilli è carino anche da solo…

mini punta spilli

2 comments on “Puntaspilli da polso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *