A joint craft project: lined crocheted bag.

Borsetta-crochet-foderata

Questa primaverile borsetta gialla da portare a tracolla è frutto di una collaborazione tra me e la mia mamma: lei ha realizzato tutte le parti all’uncinetto, io le ho cucite insieme e ho foderato la borsa finita. Siamo state in ballo un bel po’, date le normali complicazioni dovute al fatto di vivere a mille e rotti chilometri di distanza, ma siamo entrambe molto soddisfatte del risultato!

My new cross body bag for the spring is finally ready! It was a combined project: my mum has crocheted the exterior and I have lined it. We are both very satisfied with this cooperation-craft, which took very long to be completed due to the fact that we live about a thousand kilometers apart.

Borsetta-crochet-foderata-1

Borsetta-gialla-crochet-foderata-2

L’esterno è in filato di cotone, lavorato con un uncinetto del tre e mezzo (3,5 mm!). Per la fodera ho utilizzato una stoffa che avevo acquistato tempo fa in un bellissimo negozio di Amsterdam, specializzato in chintz olandesi e riproduzioni di tessuti antichi per il patchwork. Mi piace tanto, la tenevo da parte per un progetto speciale come questo.

The outside is a cotton yarn, crocheted with a 3,5 mm hook. The fabric for the lining comes from a beautiful shop in Amsterdam, specialized in Dutch chintzes and reproduction fabric for patchwork. I had purchased it long time ago and I was saving it for a special project

Borsetta-crochet-foderata

Preparare la fodera non è stato estremamente difficile, ma farla combaciare bene con l’esterno sí! Ho cercato di prendere misure precise ma la differenza tra i materiali ha comunque richiesto diversi aggiustamenti e, alla fine, è risultata di qualche centimetro troppo corta. Per arrivare a rivestire bene tutta l’aletta ho dovuto fare una giunta con la pochissima stoffa rimasta. Pazienza! L’ho puntata bene con gli spilli e cucita alla borsa interamente a mano, con un sottopunto.

Getting the lining to match with the exterior bag was quite a job. Despite my effort taking precise measurements, and several adjustments, it ended up being a few centimeters too short. Therefore I had to sew an addition, that is visible on the flap. I have sewn the lining to the exterior bag by hand, with an invisible stitch

Borsetta-crochet-foderata-3Ranuncoli-gialli

Borsetta-crochet-foderata-bottone-1Anche il bottone è speciale: me l’ha regalato la mia cara amica Carlotta e, se ricordo bene, proviene dalla scatola di bottoni che era della sua nonna. Dopo averne provati diversi, ho concluso che quello perfetto per la nostra borsetta era proprio lui! Alla prossima!

The button is special too: it was a present from my dear friend Carlotta and, if I remember correctly, it belonged to her grandmother. It is a perfect match for our bag, don’t you think? have a lovely week and see you soon!

 

 

 

 

 

8 comments on “Uncinetto e cucito: una borsetta a quattro mani”

  1. Rallegrano, nei momenti così così, i colori della primavera, sulla borsa, tra i fiori, negli occhi. Ciao, Punto Dritto (il bottoncino proveniente da una scatola di bottoni, poi, è…fenomenale!)

    • Eh sí, un po’ di colori primaverili ci volevano a questo punto. Anche per invogliare la bella stagione a farsi avanti!
      Speriamo bene. Grazie, Noelle

  2. Bella questa joint-venture Milano/Amsterdam!
    In due ci fate vedere cosa vuol dire “mani d’oro”!
    Non dev’essere stato facile ma il risultato e’ qui da vedere…
    Un abbraccio cumulativo…

    • A volte mi stupisco anch’io, quando vedo il risultato di una lavoro. Sembra impossibile, prima. E poi invece eccola lí, la borsetta fatta e finita!
      Bello, no? Se poi é un lavoro di squadra, ancora meglio: si condivide la soddisfazione!
      Grazie Anna, ricambiamo l’abbraccio!

  3. Bella questa voglia di fare insieme che supera ogni distanza!
    COmplimenti per il grande lavoro della fodera (con tanto di tasca) che so richiedere una pazienza notevole. Per la piccola giunta, non ti dispiacere, sono cose che succedono e non è detto che, con la giusta ispirazione, tu non trovi il modo per nasconderla. A proposito, sai che guardando con attenzione la borsa, mi viene da dirti che potresti anche scucirla (la giunta) e semplicemente piegarla all’interno. Anche se lasci la patella un po’ senza fodera, potrebbe non stare male. Che dici?
    Complimenti anche alla tua mamma! ; )

    • Ciao Pia,
      in effetti avevo provato a ripiegare la fodera all’interno, rivestendo solo la borsa e non l’aletta. Non stava male infatti e avrei potuto decidere di finirla cosí, invece di fare la giunta. Peró, mi dispiaceva non si vedesse l’interno aprendo la borsa.
      L’aletta rivestita solo a tre quarti invece non mi convinceva, dava proprio l’idea che non fosse bastata la stoffa. Cosí, ho deciso per la giunta di quell’unica strisciolina rimasta, che é la stessa cosa 🙂 ma almeno non si nota a colpo d’occhio.
      Tutto sommato, siamo contente anche cosí. Forse la nasconderó con una passamaneria o un pizzo, se ne trovo uno che ci sta bene, che dici?
      Grazie intanto per il consiglio, vedi che mi fai venire delle idee! Un abbraccio.

      • Figurati Sara! Quando c’è feeling ci si ispira a vicenda! Probabilmente in foto il pezzetto di giunta sembra più piccolo e mi dava l’idea che piegandolo, proprio sulla cucitura, potesse funzionare. Penso che l’idea di coprirlo sia ottima, però io non userei passamanerie, lo farei con la stesso cotone della borsa. Oppure…idea un po’ più pazzerella, ci cucirei sopra una zip, come per creare una finta tasca. Un abbraccio a te!

        • Anche…ci penseró, o meglio: aspetteró l’ispirazione, o che mi passi per le mani il materiale giusto.
          Grazie ancora, buona serata e alla prossima 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *